mercoledì 23 marzo 2016

Carciofi e patate, ricetta vegana

Oggi vi posto un piatto semplicissimo quanto buono: carciofi e patate in padella. Sono ottime servite tiepide o fredde, sia come contorno ma anche come piatto unico e tutto assolutamente vegano e salutare. Per 4 person e.

  • 4 patate medie;
  • 7 carciofi;
  • 1 limone bio;
  • 1 spicchio d'aglio;
  • olio extra vergine d'oliva;
  • 50 ml di vino bianco;
  • mezzo mazzetto di prezzemolo;
  • sale marino e pepe nero appena macinato;

Pulire i carciofi eliminando il gambo e le foglie esterne più dure.
Eliminare con un coltello le foglie attaccate al gambo, tagliare le spine finali, dividere i cuori così ottenuti in 2 parti e togliere l'eventuale fieno interno, quindi dividere a spicchi e sistemare in una ciotola con acqua e il succo di mezzo limone.
Sbucciare le patate e tagliarle a spicchi. Intanto, in una padella antiaderente mettere 2 cucchiai abbondanti d’olio e l’aglio schiacciato e fatelo dorare quindi aggiungere le patate e i carciofi .
Far rosolare, mescolando delicatamente e sfumare con il vino bianco lasciando evaporare.
Versare 2 bicchieri di acqua (o brodo se ne avete di pronto) e coprire con il coperchio lasciando cuocere per 20 minuti a fiamma dolce.
Quasi a fine cottura aggiustare di sale e pepe, aggiungere il prezzemolo precedentemente lavato e tritato finemente e servire irrorando con un fio d'olio d'oliva.

Servire i carciofi e patate in padella e buon appetito

Spiedini di carne mista

Preparateli per il vostro prossimo picnic e scoprirete che sarà più divertente e facile con gli spiedini già pronti per la cottura, insieme alle vostre verdure preferite. Ma saranno buonissimi anche a casa vostra per una convivialità familiare completa all'insegna del gusto. Per 6/8 persone.

  • 200 gr di carne di agnello senza osso;
  • 3 nodi di salsiccia fresca (300 gr circa);
  • 200 gr di carne di maiale;
  • 1 peperone rosso e 1 giallo;
  • 1 zucchina verde;
  • 8 cipolline fresche;
per la marinata:

  • mezzo bicchiere di vino bianco;
  • 2 cucchiai di brandy;
  • mezza cipolla tritata grossolanamente;
  • 1 spicchio d'aglio tritato;
  • sale marino e pepe nero;
Ricavare dalla carne tanti cubetti di circa 2 cm per lato e fare a pezzi di circa 3 cm la salsiccia e sistemare il tutto in una ciotola. Preparare la marinata mescolando insieme gli ingredienti indicati e versare sulla carne, mescolando bene per ricoprire di sapore quindi coprire e sistemare in frigo per almeno 3 ore. Tagliare i peperoni a quadrati, la zucchina a cilindretti e a metà le cipolline e cominciare a formare gli spiedini (di metallo o di legno previamente bagnati) alternando cipolla, carne, peperone, salsiccia, zucchina, agnello e cipolla. Proseguire fino d esaurimento degli ingredienti, sistemare gli spiedini pronti in un vassoio oppure un contenitore da viaggio con chiusura ermetica e ricoprire con il resto della marinata rimasta nella ciotola. Cuocere sulla griglia per circa 10/15 minuti a fuoco medio alto rigirandoli di tanto in tanto e spennellando di marinata, quindi sistemare su un vassoio disponendoli a raggiera e accompagnando con insalata verde e cipolline fresche.

lunedì 14 marzo 2016

Torta rustica all'arancia

Per preparare questa ricetta basta solamente una ciotola e un frullatore e porterete in tavola questo dolce delicato e profumato in poche e semplici mosse. Naturalmente bisognerà usare solo arance biologiche e della nostra terra.

  • 300 gr di farina 00;
  • 150 gr di zucchero;
  • 150 gr di burro (oppure olio di semi di girasole o arachide);
  • 3 uova bio;
  • 1 bustina di lievito vanigliato;
  • 2 arance piccole senza semi o una grande, con tutta la buccia;
  • 100 gr di zucchero a velo;

Lavare e asciugare bene le arance, sbucciarle con un coltello affilato per recuperare la scorza quindi togliere tutta la parte bianca che andrà scartata perchè è amara, tagliare a tocchetti sia la buccia che gli spicchi e mettere nel frullatore, frullando per bene fino ad ottenere un composto denso
Ora aggiungere il resto degli ingredienti e frullare insieme fino ad ottenere un impasto corposo e morbido. Foderare uno stampo da 24 cm con carta da forno, ma queste dosi vanno bene anche per 2 da plumcake e versare l'impasto che andrà  infornato a 160° per 40/45 minuti.  Servire tiepida e spolverata di zucchero al velo.
Se siete dei veri golosoni potete ricoprirla di una leggera glassa all'arancia della quale vi passo le dosi: mettere in una tazza 100 gr di zucchero a velo e aggiungere del succo d’arancia un poco per volta fino ad ottenere un composto denso ed omogeneo e poi spalmare generosamente sulla torta d’arancia ancora calda. 

domenica 13 marzo 2016

Gli gnocchi della nonna

Erano anni che volevo fare gli gnocchi che faceva mia nonna paterna, ne sentivo ancora il sapore in bocca, ma il tempo è tiranno e tra il lavoro, la famiglia, i figli e tutto quello che volete aggiungere pure voi (che lo sapete meglio di me) stavo per perdere la ricetta di questo piatto che nessuno ha più rifatto da allora. Così ho provato a farli con i consigli del mio babbo e dopo un paio di sperimentazioni abbiamo ritrovato gli gnocchi che faceva la sua mamma. Sono veramente ottimi, con una certa corposità, adatti a reggere un buon ragù casereccio oppure preparati per una calda minestra invernale. Vi suggerisco di provarli con il vostro ragù casalingo preferito. Gli ingredienti indicati bastano per 4 persone.
  • 350 gr di patate lesse del giorno prima e ben asciutte;
  • 450 gr di farina di semola di grano duro, più quella per lo spolvero;
  • 2 uova medie bio;

Versare la farina a fontana sul piano da lavoro e fare un buco largo al centro, aggiungere le uova e con la forchetta mescolate, aggiungendo la farina intorno fino a completo assorbimento delle uova, quindi continuare l'impasto con le mani aggiungendo pure le patate già passate al setaccio e impastare fino a ottenere un impasto morbido e non troppo appiccicoso, aggiungendo un poco di farina, se necessario. Fare riposare l'impasto una mezz'ora, coperto. Poi dividere l'impasto a pezzi e formare dei piccolI cordoni che taglierete a piccoli pezzi che farete rotolare in abbondante farina. Fare rotolare delicatamente i pezzettini appena infarinati sul lato posteriore della grattugia, aiutandovi per questa operazione con il pollice, strisciando delicatamente sul bocconcino di pasta per appiattirlo sulla grattugia, la quale lascerà il segno su tutta la superficie. Sistemare gli gnocchi così ottenuti su una tovaglia pulita, distanziandoli tra di loro. Come tutti gli gnocchi, cuocere in abbondante acqua salata e scolare appena salgono a galla, versare nella padella con il ragù e mescolare delicatamente con una bella grattugiata di caciocavallo semistagionato, lasciando mantecare qualche minuto. Servire subito.

lunedì 7 marzo 2016

Risotto alle vongole e salsa al limone

Per la cena della festa della donna vi propongo un risotto alle vongole dal gusto particolare, come particolare ne è la presentazione. Seguite i consigli per la preparazione per 2 persone.
  • 200 gr di riso Carnaroli;
  • 400 gr di vongole freschissime, pulite;
  • 1 litro di fumetto di pesce;
  • mezzo bicchiere di vino bianco;
  • 1 scalogno, tritato;
  • 1 spicchio d'aglio;
  • il succo di un grosso limone bio o 2 piccoli;
  • 1 cucchiaino di malto di riso (o mezzo, di zucchero di canna);
  • timo fresco;
  • 1 noce di burro;
  • olio extravergine d'oliva;
  • sale marino e pepe nero;

Scaldare 2 cucchiai di olio in una padella saltapasta, aggiungere l'aglio schiacciato e lasciare rosolare qualche minuto quindi togliere l'aglio e  versare le vongole, alzando la fiamma, bagnare con la metà del vino e coprire con il coperchio, lasciando cuocere fino a che sono tutte aperte. Scolare le vongole, tenendole da parte e filtrare il liquido. Mettere lo scalogno tritato nella padella a rosolare dolcemente con 2 cucciai di olio, quindi aggiungere il riso e lasciare tostare per 2 minuti, sfumare con il vino rimanente e poi continuare la cottura bagnando con il fumetto caldo fino a cottura del riso. Intanto versare il succo filtrato del limone in un padellino, aggiungere il malto e lasciare a ridurre sul fuoco a fiamma media, quindi togliere dal fuoco e aggiungere 2 cucchiai di olio d'oliva a filo emulsionando con una piccola frusta fino ad ottenere una crema morbida.  Appena il riso è pronto aggiungere le vongole sgusciate, lasciandone qualcuna per la decorazione e le foglie di timo, togliere dal fuoco e aggiungere il burro, mescolando bene e fare mantecare fino a che raggiunge una consistenza cremosa. Servire nei piatti già caldi accompagnando con la salsina al limone e decorando con foglioline di timo e qualche vongola aperta.

domenica 6 marzo 2016

Da donna a donna: auguri con la torta mimosa

Se vi piace la cheesecake non potrete non amare questa torta: una bontà superlativa, da leccarsi le dita. Preparatela per voi stesse e dividetela con le vostre amiche, sarà un piacere passare una serata con un buon dolce e perchè no, un buon bicchiere di vino passito della mia terra. Le dosi indicate bastano per 6/8 porzioni.
Per il fondo della torta:

  • 300 gr di frollini alla panna tritati finemente,
  • 150 gr di burro liquefatto,
e per la crema:
  • 350 gr di yogurt all'ananas con pezzi di frutta,
  • 200 ml di panna montata già zuccherata
  • 100 ml di latte tiepido,
  • 50 gr di zucchero a velo,
  • 12 gr di gelatina in fogli,
  • 300 gr di pan di spagna preparato precedentemente,
  • 200 gr di crema pasticcera già pronta.
In una ciotola mescolare il burro con i biscotti tritati e sistemare il composto sul fondo di una tortiera apribile di 24 cm di diametro e, prima di mettere in frigo a rassodare, foderare il bordo della tortiera con una striscia di carta forno della stessa misura del bordo, con del burro per fare attaccare la carta al bordo: questa operazione faciliterà l'apertura del cerchio apribile senza rovinare la torta. Ammollare per 5 minuti la gelatina in acqua fredda, strizzare bene e scioglierla completamente nel latte tiepido e unire allo yogurt, aggiungere lo zucchero a velo e per ultimo la panna montata. Versare nella tortiera con il fondo di biscotti, che avevamo messo in frigo e, con la spatola sistemare raccogliendo il più possibile verso il centro come per fare una cupola e mettere nuovamente in frigo. Meglio sarebbe fare la sera precedente in modo che il dolce si rassodi tutta la notte. 
Tagliare il pan di spagna, privato delle croste dorate, in piccoli dadini, distribuire un velo di crema pasticcera su tutta la superficie cercando di arrotondare il più possibile la forma e attaccare con una leggera pressione tutti i dadini di pan di spagna.  Decorare a piacere con qualche fiocco di panna e fragoline oppure un rametto di mimosa fresco o una rosellina rossa...

sabato 5 marzo 2016

Patate ripiene al forno

Il gusto tipico dello sfincione palermitano conferisce alle patate una bontà indescrivibile...Preparatele come piatto unico, sono buonissime tiepide o fredde. Per 4 persone. Per una ricetta vegana è possibile omettere il formaggio e le acciughe, il risultato è ottimo lo stesso.

  • 4 grosse patate lesse;
  • 200 gr di funghi champignons;
  • 1 grossa cipolla dolce, affettata finemente;
  • 2 pomodori maturi, spellati e a dadini;
  • 2 filetti di acciuga sottolio;
  • olio d'oliva extravergine;
  • sale marino e pepe nero;
  • origano q.b.
  • 100 gr di pangrattato;
  • 1 cucchiaio di caciocavallo grattugiato;


Mettere la cipolla affettata in una ciotola, spolverare con un pizzico di sale e tenere da parte 10 minuti, quindi mescolare con le mani spremendola per togliere l'acqua di vegetazione. Aggiungere alla cipolla così preparata il pomodoro a dadini, i filetti di acciuga tritati finemente, i funghi affettati in modo sottile e 1 cucchiaino di origano mescolando bene gli ingredienti per fare insaporire

Tagliare a metà le patate per il lato lungo e poi, con un cucchiaino, scavare la polpa interna di ognuna fino a creare un incavo piuttosto comodo dove inserire il ripieno (conservare l'interno delle patate per domani da unire ad un'altra preparazione). Sistemare le patate in una teglia da forno già unta di olio e cosparsa di pangrattato e riempire con il ripieno. Spolverare il tutto con un pizzico di sale, uno di pepe appena macinato, il formaggio grattugiato e pochissimo pangrattato. Irrorare con un abbondante filo di olio d'oliva e infornare a 200° per 15/20 minuti circa fino a che la superficie comincia dorarsi. 
Sfornare e spolverare con origano e un filo d'olio. 

venerdì 4 marzo 2016

Tagliatelle con asparagi, rucola e pomodori secchi

In questo piatto troverete un sapore unico e particolare: il gusto del pomodoro secco, la cui dolcezza si equilibra pazientemente con quello vivace della rucola... Ricetta da provare sicuramente! Dosi per 4 persone.

  • 350 gr di nidi di tagliatelle;
  • 300 gr di asparagi lessi;
  • uno scalogno, tritato finemente;
  • mezzo mazzetto di rucola, lavata;
  • un peperoncino fresco, tritato finemente;
  • 12 pomodorini secchi, tagliati a metà; 
  • 80 gr di parmigiano;
  • olio extravergine;
  • sale marino e pepe nero;
Soffriggere lo scalogno in un tegame con 3 cucchiai di olio d'oliva già caldo, quindi unire i pomodorini secchi, gli asparagi a tocchetti, il peperoncino, sale, pepe e far insaporire qualche minuto. Cuocere la pasta in abbondante acqua salate, scolare al dente tenendo da parte un po' d'acqua di cottura e versare nella padella con il sugo di asparagi e pomodorini, aggiungere la rucola spezzettata e un mestolino della sua acqua di cottura, saltarla a fuoco vivo e condire con un filo d'olio e una macinata di pepe nero. A piacere finire con scaglie di parmigiano e servire subito.

Polpette di zucchinette al fiore e mentuccia

C'è il sapore della primavera dentro queste piccole polpette, coloratissime e buonissime. Le dosi indicate bastano per 4 persone.
  • 600 gr di zucchinette al fiore;
  • 1 albume di uovo grande bio;
  • 80 gr di farina;
  • 1 limone bio;
  • 4 filetti di acciuga sottolio, scolati e tritati;
  • 2 cimette di menta fresca, tritata;
  • olio di  arachide q.b.
  • sale marino e pepe nero;
Tritare nel robot da cucina con la lama con i fori grossi le zucchine già lavate e versarle in una ciotola, quindi aggiungere la farina setacciata, la scorza grattugiata del limone, le acciughe e la menta tritati e mescolare bene. Aggiustare di sale (poco) e pepe nero appena macinato. Montare l'albume a neve quindi incorporarlo alle zucchine mescolando delicatamente con un movimento dal basso verso l'alto. Friggere il composto a cucchiaiate in abbondante olio di arachide ben caldo, girandole appena sono dorate. Fare sgocciolare su carta assorbente e servire con una fresca insalata di stagione.