venerdì 2 ottobre 2015

Spaghetti con triglia di scoglio e finocchietto selvatico

Usate delle triglie di scoglio freschissime per questo piatto assolutamente prelibato. La delicatezza della triglia insieme all'aroma gustoso del finocchietto fanno di questo piatto un piacere per il palato.

  • 400 gr triglie fresche;
  • 320 gr spaghetti di semola di grano duro;
  • 200 gr di pomodorini;
  • 250 gr di finocchietto selvatico;
  • 2 spicchi d'aglio spremuti allo spremiaglio;
  • 1 peperoncino;
  • 30 gr di passolina e pinoli;
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco;
  • foglie di prezzemolo per decorare;
  • olio extra vergine di oliva;
  • sale marino e pepe nero appena macinato;

Sfilettare le triglie (oppure fatelo fare al pescivendolo) e usate gli scarti per preparare il fumetto che useremo per terminare la cottura della pasta.
Sbollentare in abbondante acqua salata, il finocchietto già pulito per 5 minuti, quindi togliere il finocchietto con la schiumarola e cuocere la pasta nell'acqua del finocchietto.
Mettere 3 cucchiai di olio in una padella saltapasta, versare l'aglio, il peperoncino intero che poi toglieremo e i pomodorini  tagliati in 4 facendo saltare a fuoco vivace, sale e pepe, aggiungere il finocchietto tritato finemente a coltello, e fare rosolare, spostare il tutto da un lato della padella e adagiare il filetti dal lato della pelle facendo in modo che prendano colore quindi toglierne circa la metà dalla padella perchè serviranno per guarnire, gli altri lasciamo che si frantumino con gli ingredienti già presenti nella padella, sfumando con il vino.
Intanto scolare al dente gli spaghetti, che andranno versati nella salsa con l'aggiunta del fumetto di pesce man mano che viene assorbito fino a cottura. Servire spolverando di prezzemolo tritato e pepe nero e guarnire con i filetti scottati messi da parte.

Nessun commento:

Posta un commento