venerdì 28 agosto 2015

Ricetta siciliana: conserva di zucchina lunga

Se avete l'abitudine a fare da voi le vostre conserve di frutta , oggi vi consiglio di provare quella di zucchina lunga tipica della mia bella Sicilia, ma se dalle vostre parti non la trovate potete usare un'altro tipo di zucca a pasta bianca. La conserva che si ottiene è ottima per farcire le crostate e le genovesi( tipo di panzerotti), mentre in alcuni paesi dell'entroterra siciliano( vedi Erice e Riposto)ne fanno dei dolcetti assolutamente sublimi semplicemente ricoprendo delle piccole noci di conserva con della pasta di mandorle,
ghiaccia di zucchero e poi artisticamente decorati.
 Vai al sito originale.

  • kg: 2 di zucchina lunga,
  • kg: 1 di zucchero semolato,
  • 1 limone biologico.
  • mezza bacca di vaniglia,
  • un pizzico di colorante alimentare verde in polvere,
Pulire la zucchina già fatta a pezzi con il pelapatate, tagliare i pezzi in 4 parti e poi ridurre a pezzi di circa
cm: 10 e sistemarla in un tegame con il cestello per la cottura a vapore, quindi cuocere per 10 minuti.
Versare la zucchina cotta in un vassoio e fare intiepidire. Aiutandovi con un coltellino togliere la parte interna di ogni pezzo di zucca contenente i semini(l'operazione sarà alquanto facilitata perchè la cottura ne permette l'estrazione in modo più veloce e pulito), quindi passare al passaverdure con il disco con i buchi grandi fino ad ottenere una massa granulosa. Adesso pesare il tutto, dovrebbe pesare circa kg: 1,2 e preparare la stessa quantità di zucchero che uniremo più avanti.
Mettere la zucca passata nel tegame di acciaio di ottima qualità e portare lentamente a bollore aggiungendo i semini della vaniglia, la scorza del limone intera e il succo. quando comincerà a sobbollire guardare l'orologio per calcolare circa 30 minuti di cottura sempre a fuoco moderato e aggiungere circa la metà dello zucchero, mescolare per 5 minuti e poi aggiungere ancora la metà dello zucchero rimasto, mescolare e dopo 5 minuti ancora aggiungere il resto dello zucchero e continuare a mescolare con calma senza stancarvi( ricordate che deve cuocere 30 minuti). Togliere la scorza del limone poco prima che finisce il tempo di cottura, quindi invasettare la conserva, che adesso sarà bella asciutta e traslucida, nei vasetti di vetro caldi e sterilizzati, tappare e coprire con uno scialle per rallentare il processo di raffreddamento.
Attenzione!
Si raccomanda di sterilizzare sempre gli attrezzi che vengono adoperati per fare le conserve e i barattoli che si utilizzano per la conservazione delle preparazioni casalinghe, per evitare gravi conseguenze alla salute.
I procedimenti illustrati sono validi, sicuri e sperimentati personalmente ai fini del consumo personale, a condizione che siano scrupolosamente rispettate tutte le norme igienico-sanitarie, assolutamente necessarie nelle preparazioni casalinghe per la conservazione dei prodotti alimentari.
Dopo la sterilizzazione controllate che i barattoli siano sottovuoto: se il coperchio si muove sotto la pressione del dito, sterilizzate di nuovo o consumate subito.







P.S. clicca sulla foto dei dolcetti e vai al sito.

Maionese veloce

Se oggi avete poco tempo ma dovete assolutamente preparare la maionese eccovi la ricetta super veloce per una maionese assolutamente deliziosa. Scriverò più parole di quanti gesti servano per assemblare la vostra salsa quindi seguite alla lettera i miei consigli e farete un figurone.

  • 1 uovo bio FREDDO DI FRIGO,
  • ml: 220 di olio di arachide o di girasole FREDDO DI FRIGO,
  • 1 cucchiaino di sale,
  • il succo di mezzo limone,
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco,
  • 1 cucchiaino di salsa senape,
Se proprio non volete sporcare niente fate la vostra maionese direttamente nel barattolo di vetro che userete per conservarla in frigo, l'importante è che l'apertura sia abbastanza grande per fare entrare il frullatore ad immersione. E' assolutamente importante che gli ingredienti siano freddi di frigo e versateli nell'ordine che vi scrivo per un sicuro risultato finale. A piacere vostro potete sostituire una parte di olio di semi con olio di oliva ma solo se vi piace il gusto un po' più corposo. Quindi versare prima l'uovo freschissimo facendo attenzione a non rompere il tuorlo, poi aggiungere l'olio, il sale, il limone, l'aceto e la senape( se volete potete rinforzare il colore della vostra maionese con un poco di zafferano oppure di curcuma da aggiungere dopo la senape),
quindi immergere il frullatore direttamente sul tuorlo e azionare alla massima velocità per 10 secondi cioè fino a che si sarà addensato il fondo e poi azionare il frullatore a sali e scendi per catturare il resto dell'olio. Appena è tutta addensata è pronta.

Tutti i trucchi per fare un'ottima maionese PASTORIZZATA fatta in casa

Mi sembra già di sentirvi: " ho provato tante volte ma non è riuscita bene", oppure " io riesco solo a farla impazzire"... Oggi ho deciso di passarvi la ricetta spiegandovi bene i vari passaggi necessari ad ottenere un'ottima maionese pastorizzata e, se il vostro intento è quello di mangiare il più salutare possibile evitando i prodotti contenenti conservanti, non la comprerete più al super perchè questa è sicuramente più genuina. Consiglio l'uso di una parte di olio di oliva che darà corposità e sapore alla nostra maionese.

  • 1 uovo e 2 tuorli bio,
  • gr: 4 di sale,
  • il succo di mezzo limone,
  • 1 cucchiaino di salsa senape,
  • ml: 120 di olio di semi di girasole,
  • ml: 120 di olio di oliva evo,
  • ml: 20 di aceto di vino bianco caldo,
Per ottenere una maionese con le uova pastorizzate basterà scaldare l'olio di girasole fino ad una temperatura di 121° prima di iniziare la lavorazione. Mettere nel bicchiere del mini pimer l'uovo e i tuorli,  aggiungere il sale, il succo del limone e la salsa senape quindi affondare il frullatore e fare un paio di giri per mescolare un po' tutti gli ingredienti quindi cominciare a versare l'olio caldo A FILO CONTINUO e continuare a frullare dando un movimento a saliscendi nel bicchiere sempre versando con l'altra mano l'olio caldo. Terminato l'olio di girasole continuare versando sempre a filo l'olio d'oliva fino a che verrà incorporato tutto. Aggiungere per ultimo l'aceto caldo e lasciare riposare in frigo almeno 2 ore, prima di giudicarne la consistenza e il sapore.

martedì 18 agosto 2015

Crema gelata al cioccolato in salsa al caffè e rhum

Sembrerà strano ma questa ricetta riesce a sovvertire l'idea del classico gelato pur, nel contesto, mangiando un "gelato"( nel senso letterale della parola). Di facilissima preparazione e per la gioia degli appassionati, il "gelato" a bagnomaria vi toglierà ogni desiderio perciò mettiamoci al lavoro. Un consiglio: potete riciclare le uova di pasqua ricevute in regalo oppure quella tavoletta da mezzo chilo che tenete nascosta in dispensa nella speranza che non la trovi prima la vostra metà e vi lasci a mala pena solamente l'incarto...Con le dosi indicate si ottiene circa gr: 800 di prodotto pari al contenuto di uno stampo da plumcake.

  • 500 gr di cioccolato gianduia o latte o fondente,
  • 800 ml di panna da montare,
  • 1 tazza di caffè ristretto,
  • 1 bicchierino di rhum,
  • 1/2 cucchiaino di maizena,
  • 100 gr di nocciole sgusciate.
Spezzettare il cioccolato in un tegame posto a bagnomaria, unire gr: 500 di panna e sciogliere il cioccolato mescolando con una spatola facendo scaldare ma non deve bollire, quindi togliere dal fuoco e fare raffreddare bene. In un padellino tostare le nocciole e poi frantumare nel mortaio oppure sul tagliere usando un batticarne e versare sul fondo dello stampo da plumcake già foderato con la pellicola. Quando il cioccolato è freddo montare con il frullino ad immersione oppure nella planetaria per almeno 5 minuti alla massima velocità, quindi versare nello stampo da plumcake preparato, livellando bene e passare in frigo per almeno 3 ore( oppure un'oretta in freezer).
Preparare la salsa utilizzando il resto della panna, gr: 300 circa, e porre in un tegame, unire il caffè nel quale scioglieremo la maizena e fare sobbollire a fuoco moderato fino a che la panna assuma una consistenza leggermente cremosa, togliere dal fuoco e aromatizzare con il rhum. Versare la salsa sul fondo di un piatto da portata e sistemarvi al centro il gelato già rappreso in frigo, capovolgendolo per esporre la granella sottostante( potete aggiungerne dell'altra a piacere). Servire accompagnando con la salsa al caffè. La crema gelata al cioccolato si può congelare, ma occorrerà tirarla fuori dal frigo almeno una decina di minuti prima di servire.










domenica 16 agosto 2015

Ricetta vegetariana: la finta maionese

Ho dedicato questa ricetta a tutti quelli che non riescono a mandar giù un solo boccone se non è ricoperto di qualunque salsa che oltre a dare colore, sappia nascondere bene il sapore del cibo...Scherzi a parte questa finta maionese ha la capacità di condire con gusto tutto ciò che vi piace proprio come la maionese, ma con almeno la metà delle calorie della maionese. Posso dire con sicurezza che chiamarla "finta maionese" sia proprio un'errore, quindi proverò a studiare un nome che le renda merito.

2 cucchiai di yogurt magro,
foglie di prezzemolo tritati finemente,
1 cucchiaio di senape inglese,
2 cucchiai di aceto di mele,
olio d'olia o di girasole, sale e pepe bianco q.b.

Mettere insieme tutti gli ingredienti, mescolare bene con un cucchiaio e assaggiare prima di versare in una ciotola. Tenere in frigo.

Ricetta vegana: hummus di ceci

Questa salsa a base di ceci tipica della cucina ebraica, araba e di tutti i paesi nordafricani, si presta come condimento del pane azzimo, pane pita, poppadoms... ma è assolutamente squisita per accompagnare piatti di verdure crude e cotte, piatti di carni sia calde che fredde...ma fatela e poi la proverete con tutto.


  • gr: 400 di ceci lessi con un mestolo del loro liquido di cottura,
  • 2 cucchiaini di tahina (pasta di sesamo) oppure burro di arachide,
  • un cucchiaino di semi di cumino in polvere,
  • 1 spicchio d'aglio spremuto allo spremiaglio,
  • poche foglie di prezzemolo,
  • il succo di mezzo limone,
  • olio d'oliva evo, sale  e pepe.

Mettere nel frullatore i ceci e tutti gli altri ingredienti e frullare fino ad ottenere una crema densa, assaggiare e regolare di limone e sale. Versare in una ciotolina e decorare con una foglia di prezzemolo, un filo d'olio e, a piacere una spolverata di paprika dolce.

Ricetta vegetariana: polpette croccanti di verdure e salsa guacamole

Vi propongo una ricetta saporita per un pieno di verdure di stagione: delle stupende polpette, croccanti di forno che piaceranno proprio a tutti, ma soprattutto ai bambini. Accompagnatele con la salsa guacamole per un pieno di gusto e genuinità.

  • gr: 200 di broccoli e gr: 100 di fagiolini lessi,
  • gr: 200 di patate lesse il giorno prima,
  • 2 cucchiai di mais dolce,
  • 4 filetti di acciughe sottolio,
  • 1 uovo bio,
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato,
  • crachers di riso,
  • 1 spicchio d'aglio,
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.
In una padella versare 2 cucchiai di olio, lo spicchio d'aglio schiacciato e i filettini di acciughe che scioglieremo con la
punta del cucchiaio appena l'olio si scalda quindi togliere 
lo spicchio d'aglio e aggiungere i broccoli e i fagiolini tritati
con il coltello e fare insaporire qualche minuto insieme alle acciughe.
Togliere dal fuoco e aggiungere la patata schiacciata e il mais 
scolato bene, il parmigiano, un pizzico di pepe e il tuorlo dell'uovo
lasciando da parte l'albume e mescolare bene gli ingredienti aggiungendo
eventualmente un cucchiaio di pangrattato se dovesse essere troppo
morbido. Formare le polpette aiutandovi con le mani bagnate quindi 
passarle nell'albume già battuto con una forchetta e un pizzico di sale
e poi nei crachers sbriciolati. Sistemare le polpette in una teglia
con un foglio di carta forno e infornare a 250° per 4/5 minuti.
Servire le polpette calde e croccanti con la salsa guacamole fatta in casa ( vedi ricetta già postata) oppure un freschissimo hummus di ceci di cui adesso vi posto la ricetta.

sabato 15 agosto 2015

Ricetta vegana: salsa guacamole

Ho avuto modo di leggere questa ricetta e provare subito l'acquolina in bocca e così sono corsa a comprare gli ingredienti e, credetemi, l'ho trovata veramente buonissima e vi consiglio di provarla se ancora non lo avete fatto. Seguite la mia ricetta e provatela sulle verdure lesse al posto della maionese: più leggerezza e meno grassi ma soprattutto ingredienti naturali.


  • 2 avocado maturi e 2 lime o limoni bio,
  • 1/4 di peperone verde fresco,
  • 4 cipollotti e 1 spicchio d'aglio,
  • un ciuffo di foglie di prezzemolo,
  • 1 pomodoro maturo,
  • 3 cucchiai d'olio e un cucchiaino di sale
Pulire gli avocado tagliandoli a metà e privandoli del seme interno,
quindi togliere la buccia tirandola via e tenere da parte.
Mettere nel bicchiere del frullatore ad immersione l'aglio
spremuto allo spremiaglio, i 2 lime spremuti, il peperone e
il pomodoro a pezzi, i cipollotti e le foglie di prezzemolo,
 il sale, mezzo avocado e frullare aggiungendo l'olio.
Schiacciare con una forchetta il resto dell'avocado fino ad
ottenere una pappetta un po' granulosa, quindi aggiungere
quella già frullata mescolando bene. Assaggiare e regolare
di sale  prima di versare in una ciotola. Si mantiene ben chiusa
 in frigo per 3 o 4 giorni, mescolando prima di servire.

Zuppa di crostacei e maltagliati fatti in casa

Finalmente anch'io sono in vacanza e per non annoiarmi, dato che oggi mi sono ritrovata la mattina in libertà (la ciurma è scesa in spiaggia), in bella tranquillità ho preparato dei maltagliati di pasta fresca: l'idea più veloce che sono riuscita a realizzare senza la mia macchinetta per le tagliatelle e senza il mio coltello da cucina da chef. Sono scesa di buon mattino e il pescivendolo mi ha proposto un paio di scampi freschissimi e degli ottimi gamberoni rossi e ho subito realizzato questa buonissima zuppa e in più ho riciclato il pane avanzato ieri trasformandolo in profumati crostini da sposare con la zuppa. E' stato un successo perchè i miei lupi affamati hanno fagocitato il tutto in pochi minuti e per me, il premio più bello è stato vedere la soddisfazione nei loro occhi. Voglio svelarvi i miei piccoli trucchi per ottenere un'ottima zuppa con pochi ma ottimi ingredienti: andrà a ruba!
Gli ingredienti bastano per 4 persone.

  • gr: 250 di farina di semola più quella per lavorare,
  • 2 uova bio,
  • 2 scampi e 6 gamberoni rossi,
  • 1 spicchio d'aglio e prezzemolo fresco,
  • 3  o 4 bacche di ginepro,
  • 5 pomodorini,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe nero q.b.
Con la farina, le uova e ml: 50 di acqua preparare l'impasto per i maltagliati facendo riposare l'impasto una mezz'oretta
prima di stenderlo con il mattarello, quindi passiamo alla
preparazione della zuppa: pulire i crostacei togliendo le
teste che serviranno per il fondo e sgusciando le code,
eliminando l'eventuale budellino e mettere da parte.
In un tegame mettere 2 cucchiai di olio d'oliva, lo spicchio d'aglio
privato dell'anima interna e tagliato in 4 parti, le bacche di ginepro e
2 steli di prezzemolo con tutto il gambo quindi accendere il fuoco
moderato e fare scaldare, aggiungere le teste degli scampi, le loro
pinze e le teste dei gamberi e rosolare il tutto pochi minuti
(evitando di fare bruciare) quindi coprire con acqua fredda,
aggiungere solo un pizzico di sale e 3 pomodorini tagliati in 4 parti
(oltre a dare colore alla zuppa, serviranno ad addensare in modo naturale) e avviare la cottura sempre a fuoco moderato per 8/10
minuti circa. Ricordate che i crostacei non debbono cuocere tanto altrimenti si svilupperà il classico odore di ammoniaca che rovinerà la
magia che stiamo per compiere. Con un colino scolare la zuppa  di
crostacei e nel liquido ottenuto cuocere i maltagliati avendo cura di assaggiare e regolare di sale e aggiungendo un filo d'olio prima di versare la pasta che cuocerà in pochi minuti. Solo all'ultimo minuto di cottura aggiungere i gamberoni e gli scampi puliti che avevamo tenuto da parte già tagliati a pezzi di cm: 1 circa. Impiattare aggiungendo in ogni piatto 2 bei crostini di pane tostato,
mezzo pomodorino affettato per dare colore insieme a qualche foglia di prezzemolo.

venerdì 7 agosto 2015

Caserecce con salsiccia, bacon e fiori di zucca

Piatto veloce da preparare e e di sicuro gradimento: i vari sapori si completano a vicenda per un primo perfetto. Per 4 persone.

  • gr: 320 di pasta tipo caserecce,
  • gr: 150 di salsiccia fresca di maiale,
  • gr: 150 di bacon in unica fetta,
  • una dozzina di fiori di zucca,
  • 3 cipollotti,
  • 1 cucchiaino di coriandolo in polvere,
  • 1 cucchiaino di curcuma,
  • formaggio caciocavallo o grana grattugiato,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe nero q.b.
Il condimento per questo primo piatto speciale si può comodamente preparare dopo aver buttato giù la pasta in pentola per la cottura basterà semplicemente tenere pronti gli ingredienti e a portata di mano, i cipollotti già puliti e tritati, la salsiccia sbriciolata e il bacon tagliato a listarelle. Versare in una padella ben calda 2 cucchiai di olio d'oliva e il bacon e il coriandolo e fare andare qualche minuto a fuoco vivace per fare sciogliere il lardo della pancetta, quindi aggiungere la salsiccia sbriciolata e rosolare sempre a fuoco vivace per 5 minuti, quini aggiungere i cipollotti e rosolare anch'essi nell'intingolo creato per pochi minuti, assaggiare e regolare di sale e pepe e per ultimo versare i fiori puliti e tagliati a cm: 1, saltando
bene il tutto. Cuocere la pasta in acqua bollente e salata e aggiungere la curcuma nell'acqua della pasta         ( questa conferirà una leggera nota di colore e di sapore al piatto), scolare al dente e versare nella padella con il condimento, aggiungere un mestolo di acqua di cottura e saltare il tutto a fuoco vivace fino a completo assorbimento del liquido di cottura. Condire con un filo di olio a crudo, una macinata di pepe nero e impiattare decorando a piacere con del prezzemolo tritato e formaggio a piacere.

lunedì 3 agosto 2015

Ricetta siciliana: salsiccia e cipolla all'aceto balsamico

Un secondo veramente sfizioso, questa ricetta ben si adatta ad una cena fra amici ben disposti davanti ad un bel pane casereccio meglio se di forno a legna e accompagnando con un buon bicchiere di vino meglio se vecchio. Per 4 persone.

  • 8 salsicce da sugo,
  • 2 grosse cipolle rosa dolci,
  • 1 foglia d'alloro,
  • 2 cucchiai di aceto balsamico,
  • 1 cucchiaio di zucchero, 
  • 1 cucchiaino di sale, 
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio in polvere,
  • mezzo cucchiaino di semi di cumino in polvere,
  • olio d'oliva evo, sale e pepe q.b.
Togliere la salsiccia dal frigo 30 minuti prima di cucinare,
e intanto prepareremo la cipolla all'aceto balsamico:
affettare con la mandolina oppure nel robot le 2 cipolle già
pulite, quindi versare in una padella insieme alla foglia di alloro
con 4 cucchiai di olio e fare rosolare a fuoco medio alto per
circa 8 minuti quindi aggiungere l'aceto, il sale e lo zucchero,
mescolare bene e assaggiare dopo qualche minuto regolando
di sale e pepe se necessario, quindi spegnere e lasciare coperto.
Tagliare le salsicce a metà con un coltello affilato
e schiacciarle con la lama per appiattire bene, girare la
fetta così ottenuta e spellare togliendo il budello che la formava,
così facendo abbiamo ottenuto 8 fettine di impasto di salsiccia.
In una capace padella antiaderente già calda versare 1 cucchiaio
di olio d'oliva e i semi di cumino e di finocchio e farli tostare
brevemente quindi poggiare le fettine e fare rosolare bene prima
girare continuando fino a cottura circa 3 minuti per parte.
Servire con la cipolla e il pane caldo e fragrante di forno.








Dolce al cioccolato dal cuore morbido, ricetta vegana

Questa è la versione vegana del tortino al cioccolato la quale esclude l'uso di uova e latte. Ecco gli ingredienti per 4/6 tortini.

  • gr: 100 cioccolato fondente al 70%,
  • gr: 50 di cacao amaro,
  • gr: 40 di farina autolievitante,
  • 2 cucchiai colmi di zucchero,
  • ml: 40 olio di semi di girasole,
  • 1 pizzico di sale,
  • 1 bicchiere di latte di mandorla,

Mettete il cioccolato fondente spezzettato in un pentolino e fondere a bagnomaria.
In una ciotola o nella planetaria, mescolate olio, zucchero, cacao, farina e sale.
Aggiungete lentamente il latte di mandorla e infine versate il cioccolato fuso.
Mescolate bene gli ingredienti, il composto deve risultare denso, liscio, omogeneo e senza grumi.
Prendete gli stampini e ungeteli con olio e spolverare con il cacao amaro, versate l’impasto fino a 3/4 perchè lieviterà durante la cottura.
Mettete gli stampini in freezer per 30 minuti, una volta infornati, cuoceranno velocemente
fuori e lasceranno il cuore morbido dentro.
Mettete i tortini nella parte centrale del forno a 180° per 7/ 8 minuti, noterete che sono pronti quando cominceranno a formarsi delle crepe in superficie.

Dolce al cioccolato dal cuore morbido

Oggi prepareremo i tortini dal cuore morbido in maniera semplice e veloce. Un dolce che sarà la passione di  tutti piccoli e grandi. Le dosi indicate bastano per 8 tortini.


  • gr: 200 di cioccolato fondente al 70 %,
  • gr: 180 di burro,
  • gr: 160 di zucchero
  • 4 uova e una bustina di vaniglia,
  • gr: 50 di farina autolievitante,
  • cacao amaro per gli stampini,
  • burro morbido per gli stampini,
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo q.b.


Fondere il cioccolato spezzettato a bagnomaria, quindi incorporare il burro morbido amalgamando fino a che non sarà completamente sciolto.
In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero lavorando bene il composto per almeno 5 minuti, aggiungere la farina, il sale, la vaniglia e per ultimo, il cioccolato col burro ormai fusi e tiepidi.
Mescolare bene fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
Versare il composto negli stampini di alluminio usa e getta dopo averli unti con il burro e spolverati con il cacao, riempiendolo per circa 3/4 della sua capacità e mettere in freezer per 1 ora circa: una volta infornati, cuoceranno velocemente fuori e lasceranno il cuore morbido dentro.
Infornare per 10-12 minuti a 180°, non di più altrimenti i tortini potrebbero risultare cotti anche all'interno.
Purtroppo i tempi sono legati a molti fattori quali il tipo di forno e come esso distribuisce il calore, quindi vi consiglio di provare il dolce qualche giorno prima in modo di approfondire bene il rapporto tra il dolce e il vostro forno. Potete preparare l'impasto in anticipo e conservare i tortini crudi nel congelatore e tirarli fuori al momento del loro utilizzo.
Sfornare e capovolgere gli stampini con delicatezza per evitare di romperli: sono caldi e morbidi, quindi spolverare con zucchero a velo e servire.