mercoledì 29 luglio 2015

La salsa harissa fatta in casa a modo mio

Se siete degli amanti del peperoncino sicuramente vi piacerà tantissimo questa ricetta. Dato che mi piace assaggiare sempre nuove proposte di gusto, dopo l'amatissima salsa al peperoncino calabrese non ho indugiato ad assaggiare l'harissa, salsa piccante tipica tunisina e il suo gusto particolare mi ha conquistata...
Ma torniamo a noi: ho deciso che questo tipo di salsa da oggi in poi me la preparo da me dato che sono anni che coltivo chili di peperoncini nel mio orto solo per decorazione, da adesso in poi finiranno tutti in salsa dentro i barattolini di vetro per le mie bruschette, per aromatizzare l'uovo al tegamino oppure nei miei condimenti. Provatela perchè è una bontà.

  • 15 gr di peperoncini secchi o 50 gr freschi,
  • 200 gr di pomodori secchi,
  • 2 peperoni rossi arrostiti e spellati,
  • 1 pizzico di coriandolo in polvere,
  • 1 bustina di zafferano in polvere,
  • 1 cucchiaio di sale,
  • 2 cucchiai di zucchero grezzo,
  • 2 cucchiaio di aceto di vino rosso,
  • 1 cucchiaino di paprika dolce,
  • il succo di mezzo limone,
  • 2 spicchi di aglio,
  • 250 ml circa di olio d'oliva evo,
I miei peperoncini campanella
Se i peperoncini che usate sono abbastanza grandi vanno tagliati a pezzi e per questa operazione vi consiglio di usare i guanti, per quanto riguarda la tipologia potete sbizzarrirvi nella scelta, nella provenienza, nel grado di piccantezza, io uso quelli a campanella che sono di media piccantezza e aggiungo qualche peperoncino cornetto se voglio un gusto più intenso. In una pentola versare ml: 500 di acqua bollente, i peperoncini freschi o secchi a pezzi e privati dei semi e il pomodoro secco e fare sobbollire a fuoco moderato per circa 15 minuti lasciando scoperto, quindi togliere dal fuoco e versare il tutto nel frullatore togliendo la metà del liquido presente nel tegame, aggiungere l'aglio spremuto allo spremiaglio, i peperoni, lo zafferano e il coriandolo, il succo del limone e l'aceto, il sale e lo zucchero e l'olio d'oliva quindi frullare il tutto mentre è ancora caldo. Il risultato dovrà essere una salsa un po' densa. Assaggiare ed eventualmente correggere il gusto a proprio piacimento con l'aggiunta di un po' di sale o zucchero o correggendo l'acidità dell'aceto o del limone. Rimettere sul fuoco per 5 minuti e nel caso risultasse troppo liquida, lasciate rapprendere un po' sul fuoco, quindi sistemare la salsa nei vasetti di vetro già sterilizzati coprendo il tutto con un filo d'olio e tappando ancora bollenti. Conservare i vasetti in frigo o comunque in luogo fresco e consumare entro 3 mesi.

Nessun commento:

Posta un commento